martedì 15 luglio 2014

IL PAPA IN MOLISE: RASSEGNA STAMPA

"Primo Piano Molise 10/07/14"
 
"Il Messaggero 6 luglio 2014"
"Avvenire 6 luglio 14"



                                                   "Repubblica 6 Luglio 14"


 "Avvenire 6 luglio 2014"



                                                          Quotidiano del Molise 11/7/14"

sabato 5 luglio 2014

dalla pagina di "DOMENICA NO GRAZIE ITALIA" su Facebook




Il Nostro Ringraziamento speciale va a Giulia di Campobasso, Presidente di Commercio Attivo la Quale E Stata la Portavoce di Tutti i lavoratori del Commercio Davanti al Santo Padre.
Qui la SUA testimonianza:
"IL PAPA IN MOLISE per Parlare di Emergenza Lavoro.
Finalmente Ê giunto il 5 Luglio L'atteso Giorno della Visita di Papa Francesco a Molise.Meraviglioso l'incontro nell'Aula Magna dell'Università del Molise, colomba SI E Parlato dell'emergenza Lavoro attraverso dovuto testimonianze significative:. Una operaia della Fiat di Termoli (era atteso also Marchionne) e ONU Giovane agricoltore di Riccia (piccolo comune molisano) Che DOPO Una laurea in agraria sta Sperimentando nia Suoi Terreni in Molise Nuove Tecniche di coltivazione.L 'operaia Fiat, Giovane mamma con ONU ed bimbo In attesa del Secondo figlio, Oltre ad esprimere il disagio della precarietà del Lavoro di tra licenziamenti e cassa integrazione, ha sottolineato also la necessitá di Tornare ad Una Giusta conciliazione TRA Tempi di Vita e Tempi del Lavoro, istituendo asili aziendali per le lavoratrici delle industrie e rispettando, per i lavoratori del Commercio, la Libertà e la necessitá di Vivere la domenica con le proprie famiglie.Noi in qualita di Commercianti di vicinato attraverso la Nostra associazione molisana, denominata Commercio Attivo, ABBIAMO lottato per Anni Contro le liberalizzazioni degli Orari del Commercio consci Che avrebbe rappresentato La morte di Tanti Piccoli NEGOZI schiacciati Dalla Concorrenza sleale della Grande Distribuzione. Specialmente DOPO il decreto Salva Italia del Governo Monti. Così Ê Stato. Migliaia di NEGOZI Chiusi e di conseguenza Tanti posti di Lavoro Persi e altrettante Famiglie in difficolta. Oggi il Papa ha Detto con Vigore: "la domenica SIA libera Dal Lavoro, eccettuati i Servizi necessari per affermare Che la Prioritario non ê all'economico, ma all'umano, al gratuito, l'Hotel Alle RELAZIONI non Commerciali ma Familiari, amicali, per i credenti alla Relazione con Dio e con la Comunità. FORSE - ha aggiunto il Papa -. Ì Giunto Il Momento di domandarci se Quella di Lavorare alla domenica é una vera libertà "Esprimiamo con gioia la Nostra grande soddisfazione Sperando Che La Proposta di Legge, Presentata in parlamento DOPO Aver Raccolto Oltre 150.000 firme collaborando con la Confesercenti Nazionale e la Conferenza Episcopale Italiana Ed. in Particolare, Grazie al grande impegno del Nostro Arcivescovo della Diocesi di Campobasso-Bojano, nonchè Presidente della commissione Giustizia Lavoro e Pace della CEI Giancarlo Maria Bregantini, il Che ha Dato ascolto alla scintilla Partita Proprio Dal Molise ed ormai voce comune su Tutto il territorio nazionale il Che assisté inoltre alla desertificazione dei Centri città.Siamo solidali con il Movimento "Domenica no grazie Italia" e con la SUA instancabile Portavoce Tiziana D'Andrea. Grazie Papà Francesco.
Giulia COMMERCIO ATTIVO-Campobasso "

Papa Francesco al pranzo della mensa dei poveri di Campobasso insieme al Vescovo Bregantini

Francesco: Nel lavoro creatività e attenzione alla famiglia.

IL MESSAGGIO DEL SANTO PADRE AL MOLISE


Papa Francesco in Molise, realizzare un patto sul lavoro "Il problema è non portare il pane a casa, questo toglie la dignità"



Papa Francesco è arrivato in Molise per la sua visita pastorale. L'elicottero con a bordo il Pontefice è atterrato sul piazzale dell'Università del Molise, a Campobasso. ll Pontefice, arrivato con circa dieci minuti di anticipo sul programma, è stato accolto tra gli altri dall'arcivescovo di Campobasso-Bojano, Giancarlo Maria Bregantini, dal presidente della regione Paolo Di Laura Frattura e dal sindaco della città, Antonio Battista. La folla assiepata nell'aula circostante ha calorosamente applaudito l'arrivo di Francesco.
Dopo 19 anni un Papa visita il Molise. L'ultimo Pontefice a recarsi in questa piccola regione di 300 mila abitanti era stato Giovanni Paolo II, due volte, nel 1983 a Termoli e nel 1995 a Campobasso e Agnone. A prendere la parola per primo all'arrivo di papa Francesco all'Università del Molise Don Pasquale D'Elia della Cappellania Universitaria: "Siamo in 600 nell'Aula Magna e 1.000 qui fuori, questo è il primo benvenuto che il Molise Le rivolge".
Sono circa 80 mila i pellegrini presenti nell'area dell'ex stadio Romagnoli per la messa di papa Francesco. Lo riferisce l'organizzazione. Sommati ai pellegrini dell'area circostante, viene spiegato, si arriva a circa 100 mila persone.
   
"Si tratta di conciliare i tempi del lavoro con i tempi della famiglia". Lo ha detto papa Francesco nel suo discorso all'Università del Molise incontrando il mondo del lavoro e dell'industria. Il Papa ha definito questo un punto "critico2, che "ci permette di discernere, di valutare la qualità umana del sistema economico in cui ci troviamo".
"La domenica libera dal lavoro - eccettuati i servizi necessari - sta ad affermare che la priorità non è all'economico, ma all'umano". ha anche detto papa Francesco durante l'incontro col mondo del lavoro. "Forse è giunto il momento di domandarci se quella di lavorare alla domenica è una vera libertà", ha aggiunto.
"Oggi vorrei unire la mia voce a quella di tanti lavoratori e imprenditori di questo territorio nel chiedere che possa attuarsi anche qui un 'patto per il lavoro'" ha proseguito Francesco.
"Non avere lavoro non è solo non avere il necessario per vivere: no, noi possiamo mangiare tutti i giorni, andare alla Caritas o altre associazioni.Il problema è non portare il pane a casa, questo toglie la dignità", ha sempre detto il Papa a Campobasso. "Il problema più grave non è la fame, è la dignità: dobbiamo difenderla e la dà il lavoro".
"Questa è una delle più grandi sfide della nostra epoca: convertirci ad uno sviluppo che sappia rispettare il creato"  ha sottolineato papa Francesco. "Io vedo l'America, che è la mia patria - ha proseguito 'a braccio' -: tante foreste spogliate, che diventano terra che non si può coltivare, che non può dare vita".
"Per un contadino restare sulla terra non è rimanere fisso: è un dialogo fecondo, creativo" ha sottolineato Francesco. "Il dialogo di un uomo con la sua terra la fa fiorire, la rende feconda. E questo è importante", ha aggiunto.
"Se non cerchiamo di rompere gli schemi non andremo avanti.Bisogna essere creativi sul futuro" ha spiegato il papa con

IL PAPA IN MOLISE: "Forse è giunto il momento di domandarci se quella di lavorare alla domenica è una vera libertà".

Il Papa in Molise: "La domenica libera dal lavoro"

A Campobasso Francesco declina il suo Vangelo sociale: bisogna conciliare i tempi dell’impiego con quelli della famiglia. "Genitori, giocate con i vostri figli"




"Non poter portare il pane a casa toglie dignità". Prima all'università del Molise, poi davanti ad 80mila persone all'ex campo sportivo,  papa Bergoglio declina il Vangelo sociale proponendo un patto per l'occupazione che consenta di conciliare lavoro e famiglia, salvaguardi l'agricoltura ("non abbandonate la terra"), impedisca le deforestazioni che devastano l'ambiente, consacri la domenica agli affetti domestici. "Ho visto che nel Molise -evidenzia il Pontefice - si sta cercando di rispondere al dramma della  disoccupazione mettendo insieme le forze in modo costruttivo. Tanti posti di lavoro potrebbero essere recuperati attraverso una strategia concordata con le autorità nazionali, un patto per il lavoro che sappia cogliere le opportunità offerte dalle normative nazionali ed europee. Vi incoraggio ad andare avanti su questa strada, che può portare buoni frutti qui come anche in altre regioni".

Incontrando il mondo del lavoro, il Pontefice raccomanda:"Genitori, perdete tempo con i vostri bambini". E a braccio racconta: "Quando andavo a confessare, nella diocesi nel caso arrivi una mamma o un papà giovani io chiedevo: quanti bambini hai? Poi un'altra domanda: tu giochi con i tuoi bambini? E la

Papa: bisogna dedicare la domenica alla famiglia

Papa: bisogna dedicare la domenica alla famiglia

OLD-POST: